Il grande ritorno a D&D 3.5

Gli avventurieri...

...scemi

I nosti giovani eroi si spingono verso Collequercia. Hanno sentito voci che gli sussurravano di una possibie avventura che gli avrebbe fruttato fama e ricchezza.

Ma le cose non cominciano bene. Sulla strada gli si para davanti un goblin abbastanza irascibile che gli intima di non proseguire. Il prode Uther vuole scatenare l'ira degli dei sul mostro, ma inspiegabilmente, in pieno giorno, casta luce sulla propria spada. Il goblin nemmeno si accorge della luce, ma della spada si e si lancia all'attacco. In pochi istanti Kelsier liquida il goblin squartandolo in 2. 

I 3 nascondono il cadavere e vanno avanti. Dopo poco scorgono una bella elfa che li scruta. E' Drusilia, una stregone, che si unisce al loro gruppo e insieme arriavano in paese.

Collequercia non offre molto, ma dopo poche chiacchere i nostri eroi capiscono che ci sono dei problemi con i goblin e con misteriose uccisioni di mucche. I goblin vendono strani frutti 2 volte l'anno (il frutto rosso guarisce e il frutto bianco uccide) e sembra che i goblin siano situati nella cittadella che è sprofondata nel burrone.

Le mucche invece sono un mistero. I nostri eroi si accordano con un contadino e le vigilano di notte. Improvvisamente il vento si fa troppo rumoroso, ma non è il vento… sono 2 arbusti animati che tentano di attaccare le mucche. Lo scoiattono tenta una mossa azzardata e si ritrova circondato dagli arbusti malefici, ma Kelsier anche qui con due fendenti risolve al situazione. Ai loro piedi rimangono solo aghi e rametti.

Il giorno dopo ricevono i ringraziamenti del contadino e del sindaco, che sotto minaccia velata, gli fornisce un po' di equipaggimaneto.

I 3 partono alla volta della Cittadella e arrivano all'ingresso del burrone…

Comments

Konsole Konsole

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.